Smartphone che aiuta ad imparare la matematica

Ciao a tutti, riprendo a postare dopo tanto tempo su questo blog. Ospito un post della blogger Marta De Angelis, che si occupa di didattica online: dopo che abbiamo parlato su Web2elearn di e-learning e formazione nei mondi virtuali, non potevamo ignorare il settore mobile. Buona lettura!

Tutte le materie scolastiche richiedono molto tempo e molti sforzi dai genitori che cercano di aiutare i propri figli. La voglia di essere bravi, di non fare una brutta figura o di prendere un buon voto, invece di essere un motivo in più, diventa un peso per i bambini, che cominciano ad odiare quelle materie che devono studiare a casa, tra cui anche la matematica. Ma i genitori, pur volendo aiutare, a volte non si sentono in grado di farlo: troppi impegni, poca concentrazione e tanta pressione. E si finisce con le lezioni private che costano un bel po’ ma tolgono la responsabilità dai genitori. Ma alla fine non è solo un voto che conta. Per imparare la matematica, bisogna capirla e per farla capire ai ragazzi bisogna usare i mezzi che sono conosciuti a loro.

Uno smartphone android, ad esempio, da un dispositivo per giocare e navigare su internet, nelle mani di uno scolaro può diventare un’ottimo strumento didattico. Gli sviluppatori delle applicazioni ci hanno pensato, creandone parecchie che è possibile utilizzare sia a casa, che a scuola durante le lezioni. Cercheremo di presentarvi un’applicazione per la matematica, semplice e divertente, magari anche in grado di cancellare tutti quei ricordi negativi dovuti ai cattivi voti. Si chiama Math Practice!

Immagine

E’ creata proprio per poter aiutare il processo di apprendimento di un giovane studente. La regola è semplice: insegnare è come giocare, quindi, si tratta di un gioco divertente con le flash card di matematica, per praticare le operazioni come addizione, sottrazione, moltiplicazione e divisione. E’ sicuramente un modo molto più interessante delle calcolatrici tascabili, ora, grazie alla tecnologia possiamo far sviluppare dai bambini una vera e propria passione per la matematica e il modo in cui viene presentata, rimane spesso impresso nella mente. E non è il caso, visto che negli ultimi anni le calcolatrici sui telefoni cellulari si usano sempre di più e le vecchie calcolatrici sono quasi fuori servizio.

Math Practice permettete anche voi stessi a sviluppare le capacità cognitive, a pensare un attimo dopo aver visto la scheda, se fosse così come in essa, cosa succederebbe? I vantaggi di questo metodo didattico si vedono: è stato dimostrato che lo studente memorizza facilmente l’ultimo test ed il risultato ottenuto, risolve le domande a scelta multipla, si abitua al lavoro con la tastiera numerata. L’ interfaccia è semplice, si possono impostare anche i suoni divertenti che rendono lo studio ancora più piacevole, scegliere la velocità delle carte ed altri parametri.

Il numero delle carte, la velocità, modalità della risposta- con o senza suoni, risultati negativi e positivi, possono essere impostati dallo studente/genitore/insegnante e usando Math Practice si può organizzare una competizione nella classe o nella famiglia. Le recensioni degli utenti sono positive e i genitori possono seguire così il progresso dei bambini in una delle materie scolastiche più odiate.

Ci vediamo su “Web e Formazione”

Ciao a tutti!

Come avrete visto, da tempo non posto più su questo blog.

Di e-learning e Web 2.0 continuo a parlarne in Web e Formazione, blog che curo in collaborazione con l’amico Leonardo.

A presto!

http://webformazione.blogspot.com/

Tempi che corrono

Bello questo video, che ci ricorda, con tanto di colonna sonora azzeccatissima, la velocità e la complessità dei nostri giorni… il lifelong learning oltre che una necessità diventa una corsa contro il tempo!

La fisica (2.0) del surfing: su Scivee

Ci sono molti modi per insegnare la fisica delle onde e delle tavole da surf, il più originale è senz’altro quello di sperimentarlo direttamente sul campo. Proprio come hanno fatto questi studenti dell’Università di San Diego (basta cliccare sull’immagine):

make your research known

Il video sopra linkato è tratto proprio da Scivee, definito come una specie di YouTube della scienza. I video pubblicati possono essere di natura didattica, ma in alcuni casi sono anche introduttivi ad articoli scientifici, come quelli pubblicati su Plos, una rivista scientifica open access. A Plos sono dedicati due canali di Scivee. Plos è infatti partner del progetto Scivee, insieme alla National Science Foundation e al San Diego Supercomputing Centre.

Dopo Connotea (ed altri servizi 2.0 dedicati alla comunità scientifica: ne parlerò in un prossimo post) abbiamo una nuova conferma che anche il mondo della scienza è aperto al Web 2.0

Il building di un’opera d’arte. In Second LIfe :-)

Gustatevi questo video, molto cool. Un modo carino per introdurre al building in Second Life, non trovate?

Dimenticavo: potete visitare questa galleria con i quadri di Van Gogh in SL, basta digitare nel search “virtual starry night”. Date un’occhiata 😉

Argon Academy: lezione di Stefano Balassone

Virtual Lectio Magistralis su Second Life del Prof. Stefano Balassone, “l’inventore” di Rai 3. L’evento, organizzato dalla Argon Academy, si svolgerà in aula nell’ambito all’interno del corso di Scienze della Comunicazione dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.

“Quanto è virtuoso il virtuale”, questo il titolo della Virtual Lectio Magistralis di Stefano Balassone che si terrà Lunedì 12 maggio dalle ore 17:00.
La lezione sarà svolta in contemporanea nell’aula di Economia dei Media, corso della facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università Suor Orsola Benincasa, ed in Second Life, presso l’Argon Academy, agenzia di formazione nata nell’ambito del Progetto Argon di Intesa San Paolo e Core Consulting.
Per partecipare alla lezione è sufficiente raggiungere la seguente Slurl:

http://slurl.com/secondlife/skeezits/201/120/22

Stefano Balassone su Wikipedia.

Si parla dell’Argon Academy

Si parla in molti siti web e blog dell’Argon Academy (di cui ho parlato in questo post), ma un’importante segnalazione viene dalla 2L Italia – Second Life Magazine . Ecco il link da cui scaricare il numero in cui è segnalata l’Argon Academy:

www.2litaliaworld.it/pdfrivista/2L_6.pdf

Trovate il box a pag. 18. Come vedete, sono coinvolto nel progetto 😉


aprile: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

  • 88,477 visite

del.icio.us/Alessio_

I miei libri:

www.anobii.com/people/alessiopel/